SOLUZIONI COSTRUTTIVE

STRUTTURA PREFABBRICATA IN XLAM

La struttura prefabbricata in xlam, viene realizzata in pannelli prefabbricati in legno a 3,5,7 strati, certificati per la portata e l'uso strutturale.

La struttura in legno viene ancorata alle fondazioni con apposite connessione calcolate per la resistenza al taglio, all'azione sismica, e compressione. 

Successivamente al terremoto all'Aquila ed alla ricostruzione, il sistema dal punto di vista commerciale ha avuto una notevole espansione date le sue caratteristiche di struttura leggera rispetto a quella tradizionale, e quindi una sollecitazione sismica inferiore. La struttura in xlam viene normalmente assocciata alle abitazione a basso consumo energetico, e date le necessità costruttive, alle soluzioni chiavi in mano. Allo stato attuale ogni struttura, indifferentemente dalla tipologia edilizia, deve soddisfare gli stessi parametrici sismici, energetici, impiantistici. 

VANTAGGI - prefabbricazione a secco delle strutture portanti, spessori ridotti delle pareti, struttura leggera

DIFETTI - complessità dell'appoggio alla fondazione per evitare danni alla struttura per umidità ed infiltrazioni, resistenza ad eventi atmosferici intensi, fessurazioni nelle finiture interne ed esterne per dilatazione termica, durabilità nel tempo e rischio di perdita di valore dell'immobile.

TEMPISTICHE - per strutture di piccole dimensioni è possibile la prefabbricazioni totale e un risparmio nei tempi di posa in opera. Per strutture di medie-grandi dimensioni, le tempistiche di realizzazione sono ridotte solo in parte per le strutture portanti, mentre per le finiture sono invariate se non in alcuni casi anche più dilatate

LATERIZIO E CAPPOTTO

La struttura tradizionale in laterizio prevede una muratura in blocchi forati allegeriti, in muratura portante semplice o armata, o come tamponamento accoppiata a sistemi travi-pilastri in calcestruzzo armato. Il sistema è il più utilizzato e presenta una variabile di possibilità dal punto di vista del tipo di blocco ( laterizio normale, porizzati, in legnomagnesite, in calcestruzzo, in gasbeton, ...). Con l'entrata in vigore del dlgs 192/2005 per il risparmio energetico, la muratura in laterizio ha trovato un alleato nel sistema a cappotto per l'isolamento esterno, con la possibilità di svariate soluzioni e materiali ( polistirene, grafite, lana di roccia, sughero, fibra di legno ) ed applicazione in parete con spessori fino e oltre i 20 cm di isolamento. 

VANTAGGI - sistema semplice ed alla portata di tutte le imprese costruttrici; addattabilità a qualsiasi soluzione architettonica e strutturale, eliminazione dei ponti termici caratteristici delle murature portanti, finiture interne delle pareti ortogonali, a qualsiasi tipologia di effetti ( marmorini, intonaco civile, lisciature in gesso, effetti materici,...) e durabilità nel tempo.

SVANTAGGI - struttura pesante che necessita di soluzioni adeguate per adeguamenti sismici, tempi di realizzazione delle strutture più lunghi di quelle prefabbricate - CAPPOTTO - finitura esterna non completamente lineare che presenta nel tempo degli abbozzamenti antiestetici dei pannelli, limiti nell'utilizzo delle tinte scure

Doppia parete isolata in laterizio isolata

La muratura a casse, o doppia in blocchi di laterizio, è un sistema costruttivo economico e semplice utilizzato dagli anni 70 ad oggi. Il sistema prevede una doppia parete con intercapedine, d'aria o con isolante, che permette la separazione degli strati e la riduzione di trasmissione si calore per conduzione. La soluzione con isolante in sughero biondo garantisce il necessario isolamento termico mantenendo la traspirabilità al vapore tra l'interno e l'esterno, senza la formazione di condense all'interno delle pareti.

La doppia parete consente anche la separazione tra la parete strutturale e la parete interna che ospita le sottotraccie degli impianti che possono essere realizzate senza provocare danni strutturali a pareti, travi e cordoli.

VANTAGGI - facilità di messa in opera, economicità, traspirabilità delle pareti, finitura delle facciate interne ed esterne ortogonali e prive di fessurazioni o difetti

SVANTAGGI - tempistiche maggiori rispetto alla struttura tradizionale più cappotto esterno, difficoltà di correzzione dei ponti termici dei cordoli

Casseri a perdere e muratura in c.a.

Il sistema dei casseri a perdere in polistirolo, tipo climablock, ecosism e/o altri, costituisce una semplificazione del sistema costruttivo struttura + isolamento termico allo stesso tempo. Si tratta di un sistema che velocizza la realizzazione dell'opera realizzando dei casseri a perdere isolanti, di varie dimensioni in base alle ditte produttrici, per il getto di un guscio in calcestruzzo armato che andrà a comporre l'intera struttura.

Il sistema permette di realizzare l'isolamento termico contestualmente alla struttura, lasciando esternamente da completare solo le finiture e resature, internamente le sottotraccie possono essere realizzate direttamente sul pannello isolante oppure in controparete di cartongesso.

VANTAGGI - tempi brevi di realizzazione, economicità rispetto alla muratura+cappotto, eliminazione dei ponti termici, semplificazione strutturale

SVANTAGGI - difficoltà di mantenere ortogonali le pareti durante le operazioni di getto del calcestruzzo, impossibilità di vibrare il getto e quindi rischi di disomogeneità della struttura, necessità di contropareti rei per le autorimesse, deperimento della finitura esterna se esposta troppo tempo al sole ed alle intemperie prima della rasatura finale.